iSaloni 2015: Padiglioni Design


Salone del Mobile
Il Salone del Mobile è da molti anni non solo il simbolo del settore arredo italiano ma più genericamente ha creato i presupposti per una design week milanese divenuta vetrina privilegiata del Made in Italy e occasione di contaminazione creativa con aziende e designer provenienti da tutto il mondo. La costante evoluzione degli eventi cittadini legati a iSaloni, Fuorisalone in primis, hanno fatto crescere l'interesse internazionale nei confronti della design week milanese, che nel tempo, nonostante molte vicissitudini e non poche difficoltà organizzative e di coordinamento, ha ormai consolidato una precisa importanza strategica nel panorama internazionale. Il Salone del Mobile di Milano di quest'anno nasceva carico di aspettative. La fiera è tradizionalmente un momento di promozione, di incontro, di discussione, di rilancio. La crisi si è fatta sentire duramente e nonostante il Made in Italy non passi mai di moda, le aziende italiane hanno sofferto molto soprattutto nel mercato interno, non possiamo inoltre dimenticare il fatto che alcuni pezzi preziosi della nostra industria dell'arredo sono finite in mani straniere, con la speranza che questo non significhi delocalizzare ma investire. 
La fiera? Non ci sono dubbi, i padiglioni dedicati all'arredo Design sono i più visitati di tutto il Salone del Mobile. Quando si parla di design è facile banalizzare, e anche in questo Salone la parola design è stata talvolta usata a sproposito, confusa troppo spesso con fenomeni di moda, stile, lusso ostentato. Ma i segnali positivi ci sono, perlomeno per le aziende che hanno lavorato molto sul branding, sulla riconoscibilità, sui servizi distintivi, sui materiali e le lavorazioni artigianali, sulle emozioni e sulla qualità, sui mercati internazionali.
iSaloni: Padiglioni Design
Le aziende si sono presentate in molte maniere differenti, con la spettacolarizzazione del prodotto, con esposizioni di tipo museale, con allestimenti distratti e disordinati, con muraglie invalicabili, con finestre misteriose, con lussuose lounge e con simpatica ironia. E il prodotto? Il prodotto c'è, e ci sono anche le immancabili tendenze. Trionfano i colori, quelli tenui e accoglienti, le grafiche anni 70, il legno e il vetro, le forme organicamente rigorose. Ma tutto questo cade in secondo piano di fronte al grande protagonista indiscusso di questo Salone del Mobile: il valore del brand.
Immagini: abitudinicreative 



- Cos'è la Milano Design Week?
- Sopravvivere alla Milano Design Week
- iSaloni 2015: Padiglioni Design
- iSaloni 2015: Euroluce
- iSaloni 2015: Salone Satellite
- iSaloni 2015: Salone Ufficio


0 commenti:

Posta un commento