Design e Marketing per le PMI


Design e Marketing sono strumenti efficaci di competitività, ma moltissime PMI fanno fatica a capire che si parla di strumenti di sistema e management e non di bacchette magiche o di giocate fortunate al superenalotto. Per arrivare al risultato finale, ovvero la rinnovata competitività dell'azienda, deve essere chiaro tutto il panorama di strumenti da mettere in campo, non solo design e marketing, con una visione globale non banale (quelli bravi la definirebbero visione olistica). Se vuoi essere competitivo nel terzo millennio e sei una PMI che non ha le risorse delle grandi aziende, non hai alternative, devi dedicarti con pazienza a ripensare tutti gli aspetti della tua impresa, senza affidarti a singoli progetti di prodotto o singole azioni di marketing. Un oggetto carino in più nel tuo catalogo o qualche email con il link al tuo nuovo sito non rendono la tua azienda più competitiva. Questi progetti isolati possono anche essere fortunati e trovare risultati sul breve periodo, ma sul medio e lungo termine, spesso (o sempre?) non lasciano nulla di strutturale. Per fare delle azioni singole efficaci si deve partire da un sistema complessivo progettato. Si chiamano azioni tattiche e azioni strategiche. L'azione tattica a breve termine può anche essere un singolo progetto a se stante, ma le azioni a medio lungo termine, strutturali, devono seguire una strategia complessa per dare davvero dei risultati. Vuoi essere competitivo? Prepara il terreno analizzando il tuo sistema d'impresa e organizzando azioni di miglioramento, valorizzazione, controllo. Semina idee pensando ad un raccolto futuro, non all'immediato. Innaffia il terreno che circonda la tua azienda con abbondante mentalità progettuale, fai cultura e condividi idee, know how, contatti. Coinvolgi dipendenti, fornitori, collaboratori, parenti, passanti, follower, animali domestici. Racconta chi sei, cosa fai, perché lo fai. Da questo terreno fertile, con pazienza e dedizione, le innovazioni arriveranno (ricordati che in una PMI innovare sistemi e relazioni può essere molto più competitivo che innovare macchinari, prodotti, materiali), cresceranno solide e ti regaleranno frutti meravigliosi e profumati. Analizza e organizza il tuo mercato esistente, scopri con curiosità le dinamiche di altri mercati, sviluppa un progetto per mostrare al meglio i frutti del tuo lavoro. Solo allora, forse, il cliente ti sceglierà, e se troverà coerenza in tutto il persorso delle tue idee, difficilmente ti abbandonerà, perché si sentirà parte di un progetto e non un numero qualsiasi da sfruttare. Impariamo da chi è più bravo di noi, circondiamioci di persone più brave di noi. Apple non esisterebbe senza Steve Jobs, certamente, ma non avrebbe avuto tutto questo successo senza Jony Ive, e Jony Ive non sarebbe stato così in gamba senza gli insegnamenti di Dieter Rams. Il successo di Apple non esisterebbe se non si fosse ispirata a Braun. E se Apple ha avuto successo grazie all'insegnamento della Braun, possiamo guardarci intorno e ispirarci a qualcuno che ammiriamo, anche noi, come nani sulle spalle di giganti.


2 commenti:

  1. Bella riflessione Alessandro. Spesso la capacità di osservarsi da fuori manca alla PMI. Fare due passi indietro per farne uno in avanti diceva mio nonno. E' questo che la PMI vincente e competitiva sta imparando a fare. Finché ci osserviamo da dentro vediamo il particolare, e non l'insieme. Ci soffermiamo sul prodotto e non sullo stile. Su sito e non sulla strategia di marketing. Complimenti per l'intervento parigino!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Steve! Hai ragione, la cosa più importante è proprio la visione di insieme!

      Elimina