Cos'è un Workshop?


workshop
Tra le parole più abusate nel marketing di eventi c'è la parola workshop. Se vuoi cercare di vendere facile un prodotto non devi fare altro che piazzare da qualche parte la parola design, se invece vuoi rendere irresistibilmente interessante un evento, puoi usare la parola workshop, il risultato è assicurato, perlomeno come iscritti e partecipanti. Usare la parola workshop per chi vuole organizzre un evento è uno strumento di marketing molto potente, secondo solamente ad altre parole ancora più efficaci, come coffee break e buffet gratuito. Se state cercando eventi non solo comunicativi ma anche e soprattutto formativi, se siete per la qualità dei contenuti e per la partecipazione attiva alle discussioni, leggete attentamente queste avvertenze. Originariamente la parola workshop identificava semplicemente i laboratori-officina nei quali materialmente si costruiva qualcosa, con la diffusione del design e delle professioni creative workshop ha esteso il suo significato anche ad incontri e riunioni in cui tutti i partecipanti sono protagonisti attivi, animano la discussione, condividono idee ed elaborano soluzioni, raggiungono risultati tangibili. Non è importante se il risultato è materiale o immateriale, se dal workshop esce un idea di prodotto o un idea creativa, se si lavora ad un prototipo fisico o ad un concept astratto, l'importante è che il risultato sia frutto della partecipazione di tutti, che tutti si siano "sporcati le mani", che ci sia una sintesi del processo di contaminazione reciproca. Un workshop si organizza per fare ricerca, per fare brainstorming, per cercare assieme delle risposte a delle domande interessanti, condividendone tutti, organizzatori e partecipanti, l'esperienza progettuale. Se si tratta di un corso, definirlo workshop significa avere un professionista esperto che ti affianca e condivide sul campo la sua professionalità, senza raccontarlo da una cattedra o da un palco, ma al tuo stesso livello, fianco a fianco. Quello che capita sempre più spesso invece è veder appiccicata la parola workshop a qualsiasi corso o seminario, semplicemente perché è più bello (o per meglio dire più cool) pubblicizzarlo così. In realtà nella maggior parte dei casi ci si trova di fronte ad un classico corso o seminario monodirezionale, ad un palco con dei relatori che mostrano delle slide ad una platea di spettatori. Persone che propongono la loro visione delle cose e professionisti che raccontano come lavorano possono essere sicuramente interessanti, ma definire workshop questi eventi non è corretto. Seminari e conferenze sono un'altra cosa rispetto alle dinamiche di un workshop. Nei seminari e nei convegni puoi trovare professionisti in gamba che hanno cose importanti da raccontare, inoltre in questi eventi ci sono spesso le discussioni finali tra relatori e platea, talvolta anche la possibilità di incontrare i relatori stessi per approfondire temi specifici, dispense tematiche e altre iniziative interessanti, ma diciamocelo, un workshop è un'altra cosa. Un workshop è un vero laboratorio, fatto di grandi tavoli con molte sedie attorno, di relatori-tutor seduti gomito a gomito con gli spettatori-attori. Questo è un workshop. Se vedete pubblicizzato un evento o un corso descritto come workshop e leggendone la presentazione capite che in realtà è un classico seminario, statene lontani; se vi siete iscritti ad un workshop e al vostro arrivo vedete un palco e una platea, scappate; nel 90% dei casi si tratta di incontri noiosi, e autoreferenziali. Un convegno è un convegno, un workshop è un workshop. Diffidate di chi fa confusione. L'esperienza insegna.

- Come organizzare un Workshop di successo

- Immagine: NoPicnic workshop

- I workshop che ho nel cuore: SID Workshops




3 commenti:

  1. ciao ! conosci piattaforme web in cui sono raccolti workshop ?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ciao Filippo, il workshop in se è uno strumento e va caratterizzato dal tema di ricerca e discussione che affronta. Un workshop può trattare di tutto, di design o di medicina, come di sport o di finanza. Ci sono piattaforme web che raccolgono progetti di ricerca e di discussione in ambiti specifici, non conosco piattaforme web che trattano l'argomento workshop in generale come strumento. Inoltre il workshop è prettamente uno strumento "analogico" che potrebbe essere in qualche modo paragonato, nel web, ad un forum di discussione.

      Elimina
  2. Grazie davvero per questi chiarimenti, sono molto utili per chi come me non sempre si sofferma ad approfondire il significato dei termini cui si trova di fronte.
    Grazie ancora.

    RispondiElimina