Storia del Design: Il Movimento Moderno


Mies Van Der Rohe
Agli inizi del 900, in particolare tra le due guerre mondiali, nasce e si impone un nuovo modo di progettare l'architettura: il Movimento Moderno. Questo spirito di rinnovamento influenzerà anche la produzione degli oggetti e quindi il design. Questo movimento è caratterizzato da una grande ricerca sulla funzionalità degli spazi, dei volumi, degli oggetti. Si utilizzano materiali più moderni e si sperimentano tecnologie applicate, ad esempio con i primi elmentari sistemi di domotica. Villa Tugendhat a Brno, progettata da Ludwig Mies Van Der Rohe, è tra i progetti architettonici e di interior design che più di altri esprimono i valori del Movimento Moderno. Dalla razionalità del segno architettonico fino ai dettagli degli arredi, dalla scelta dei materiali alla scelta dei colori, tutto è progettato nel minimo particolare per essere una perfetta unione tra estetica e funzione.  Ho visitato Villa Tugendhat nel 2012 subito dopo il restauro, per trovare ispirazione e per respirare a pieni polmoni l'emozione di un luogo che esprime innovazione e progetto, che racchiude in se tutti i fondamenti del design. Immersi nel verde del giardino, con lo sguardo sui pezzi d'arredo scultorei all'interno della villa, rimaniamo sorpresi e ipnotizzati dalle grandi vetrate che scendono lentamente, grazie agli attuatori elettrici, trasformando la zona living della casa in terrazza, con un solo gesto. Il Movimento Moderno pone dei quesiti di abitabilità ed ergonomia, uniti ad un profondo gusto dell'essenziale, che rimangono di grande interesse anche dopo un secolo di storia.

0 commenti:

Posta un commento