DIY: i makers alla conquista del mondo


C'è crisi, bisogna darsi da fare. Fare, make, makers. Dalle macerie del consumismo e della finanza nascono nuove opportunità di business e di vita, proiettate alla condivisione, al saper fare, alla materia significante, ad un futuro forse più povero ma certamente più intenso. Internet diventa il luogo virtuale in cui sviluppare la realtà. L'economia reale si arricchisce di piccole e grandi imprese artigiane, che si sporcano le mani e le sinapsi sul campo. Non solo startup nate per dar vita a applicazioni cellulari o videogame fast food, ma laboratori, officine, coworking. Un nuovo modo di stare insieme, di essere comunità, con obiettivi reali e realistici. Il futuro è nelle mani di tutti noi, homo faber (fortunae suae). Se vuoi un futuro costruiscilo. DIY, do it yourself...


- Immagine: Massimo Banzi, Sig.Arduino
- Wired: il Re-Made in Italy 
- Arduino, made in Italy
- American Apparel, made in USA
- Love Aesthetics: DIY Do it Yourself
- Futuroartigiano
- L'egoismo è finito
- Homo faber fortunae suae

- Archivio: il design autoprodotto, operae
- Archivio: Torino Design Domani, Arduino


0 commenti:

Posta un commento