Storie: Vitra Panton Chair


Vitra Panton Chair... un super classico del design. Ho avuto modo di collaborare qualche anno fa con Scuola Italiana Design ad un workshop sul tema Panton Chair e qualche anno più tardi ho avuto il piacere di ricevere una Panton Chair Lime da Smow per un concorso. Panton Chair è una sedia che conosco bene. Vorrei iniziare proprio con il "mito" Panton Chair una selezione di oggetti, libri, luoghi e persone che in qualche modo hanno colpito la mia attenzione. Non l'ultima novità a catalogo, non l'ultimo best seller in libreria, non il locale appena inaugurato, nemmeno una scheda storica che potete trovare in tutti i siti di design, nemmeno una recensione che altri meglio di me potranno fare... piuttosto consigli, racconti, se possibile sensazioni ed emozioni... E di emozioni Panton Chair ne sa regalare molte, con il suo profilo sensuale, la seduta inaspettatamente comoda e accogliente che ti culla con un movimento morbido e solido. E' una prima donna e non ammette distrazioni. Accanto a lei in una stanza devono esserci solamente oggetti comprimari, tutto il resto deve apparire come una scenografia, una cornice, un panorama, tutto quanto deve essere al servizio delle sue forme. Una diva, riconosciuta da tutti, che catalizza l'attenzione. Tenetelo a mente quando desiderate inserirla nella vostra casa. Un ultimo consiglio, come tutte le donne meravigliose anche Panton Chair ha qualche difetto... se il suo profilo è emozionante, sfuggente, quasi erotico, frontalmente le generose dimensioni della comoda seduta lasciano trasparire un po' di pesantezza, facendola diventare un po' goffa allo sguardo. Evitate di mostrarla da dietro o troppo frontalmente, posizionatela in modo che il primo impatto sia di profilo, o ancor meglio di tre quarti, ed emozionerete i vostri ospiti...

Se volete risolvere il problema della vista posteriore un po' goffa e siete particolarmente audaci potete anche scegliere Him&Her, la sedia disegnata da Fabio Novembre per Casamania, che a Panton Chair si ispira, con ironia... 


0 commenti:

Posta un commento