SEO x tutti


SEO (Search Engine Optimization), ovvero ottimizzazione per i motori di ricerca. Materia complessa, materia inflazionata. Tutti la vogliono, tutti la cercano, tutti la fanno. Un progetto di SEO strutturato necessita di professionisti affidabili, tutti noi possiamo però attuare delle strategie e delle tattiche SEO che possono migliorare sensibilmente l'indicizzazione dei nostri contenuti web, in particolare nei social network. Ci viene in aiuto PerSEO. Come dice Wikipedia: Per poter raggiungere Medusa, Perseo doveva procurarsi tre cose: dei sandali alati per spostarsi a gran velocità, una sacca magica per riporvi la testa recisa e l'elmo di Ade che rende invisibili. Intanto Atena gli aveva fornito uno scudo lucido come uno specchio, raccomandando all'eroe di guardare Medusa solo di riflesso. Per sconfiggere i tentacoli della rete servono i sandali alati della curiosità, la sacca magica piena di contenuti, l'elmo che rende invisibili le nostre operazioni di ottimizzazione, lo scudo per analizzare i tentacoli e le tentazioni della rete con distacco. Quale che sia la piattaforma sociale in cui state operando, le armi migliori per ottenere visibilità (e mantenerla) sono la dinamicità con cui utilizzate internet, la curiosità sempre viva con cui andate alla ricerca di nuovi stimoli, la capacità di sintetizzare e raccontare dei contenuti interessanti, la predisposizione ad attuare sistematicamente le tecniche di ottimizzazione dei vostri contenuti, la modestia di saper guardare i risultati del vostro operato con distacco, per poter intervenire prontamente con nuovi progetti e nuove idee. Analizzando nello specifico le piattaforme più conosciute di social networking è possibile dare qualche consiglio semplice e rapidamente attuabile. Facebook: Se volete utilizzare Fb per aumentare la visibilità della vostra attività o di un vostro progetto ma non volete attivare una pagina o un account dedicato, allora non mischiate troppo le foto del mare e i link della squadra del cuore con le foto e i link professionali. Utilizzate gradi di Privacy differenti (Solo amici stretti per i contenuti privati, pubblico per i contenuti professionali). Se siete ripetitivi e parlate solo del vostro progetto l'unico risultato che otterrete sarà l'attenzione dei vostri amici e poco più. Utilizzate esperienza e conoscenze per trasformare la vostra pagina Fb in un contenitore di informazioni, immagini e link del settore, aggiornatela con continuità, con contenuti selezionati, mai a pioggia. Organizzate le foto in cartelle. Sia le cartelle che gli stessi nomi dei file devono contenere parole chiave che ne facilitano l'individuazione. Ricordate che esiste il Copyright, se utilizzate immagini o contenuti di altri, menzionate sempre la fonte e l'autore. Non appropriatevi dell'ingegno altrui, prima o poi qualcuno se ne accorgerà e la rete vi massacrerà, inoltre valorizzare il lavoro di altri e suggerire colleghi interessanti aumenta la vostra autorevolezza. Ricordate che il pubblico di Fb è eterogeneo, non siate troppo tecnici nei contenuti che diffondete, se volete scendere nei dettagli ci sono altri social network più adeguati, come Linkedin. Non utilizzate il tag selvaggio, le richieste di amicizia a mitraglia e altri strumenti di coercizione di massa, è controproducente. Chi è già vostro amico non va convinto con la forza, va mantenuto il suo interesse con dei contenuti che possano essere attrattivi anche per chi vostro amico ancora non è, stimolandolo a diventarlo. Evitate foto del profilo di vip, foto della sera in cui vi siete ubriacati con gli amici e cose del genere. Se siete uno spirito gaudente una vostra foto simpatica e giocosa è sicuramente più azzeccata. Twitter: Quanto detto sui concetti generali per Fb può in buona parte essere trasferito anche su twitter. Twitter ha però una dinamica diversa e in particolare è molto più rapido ed essenziale di Fb. Se quello che volete esprimere non sta dentro 140 caratteri, non fate tweet di continuazione, concentrate il concetto, utilizzate piattaforme esterne su cui linkare contenuti complessi (blog, forum ecc.), oppure lasciate proprio stare. Inserite sempre delle parole chiave (i cosiddetti tag/hashtag) preceduti dal cancelletto # nei vostri tweet, sono l'unico modo per rendere facilmente raggiungibile il vostro contenuto. Anche su twitter come su Fb evitate la ripetitività, citate sempre le fonti ed evitate il retweet selvaggio di qualsiasi cosa psudointeressante vi capiti sotto tiro. Twitter è una cascata di informazioni a flusso continuo. Pubblicate con regolarità a seconda delle vostre possibilità, evitate di concentrare più tweet in pochi minuti per poi sparire per giornate intere. Twitter è il regno delle notizie in tempo reale. Condividete i dettagli degli eventi a cui partecipate, sempre senza esagerare. Fate selezione dei contenuti e seguite persone interessanti, i vostri follower avranno una percezione di maggiore autorevolezza se vedranno in voi una persona curiosa verso gli altri. Se vi scappa qualche tweet personale sulla serata al bar con gli amici, non vi preoccupate, vi renderà più interessanti e veri, ma non esagerate con la cronaca e la moviola di ogni vostro gesto quotidiano. Blog: Anche in questo caso alcune dinamiche generali di Fb e twitter possono essere declinate e riproposte nel vostro blog. Il blog però è tipicamente uno spazio di approfondimento. Non è necessario aggiornarlo frequentemente (non a caso ci sono Facebook, twitter, instagram, pinterest ecc.), è più importante curarne la qualità. Foto, video, citazioni, link... utilizzate tutti gli strumenti che offre la rete per arricchire i vostri contenuti, ma non dimenticate di citare le fonti e soprattutto non dimenticate di aggiungere qualcosa di vostro: una foto, un commento, una recensione, un consiglio. Scegliete con attenzione il titolo del post e le parole che utilizzate nel testo. Non usate parole generiche, utilizzate parole specifiche che caratterizzano il settore o la tematica di cui state parlando. Nominate con parole chiave tutte le immagini e i contenuti multimediali che pubblicate, ne faciliterà l'identificazione da parte dei motori di ricerca. utilizzate i vostri account Fb e twitter per diffondere i vostri post, sempre evitando lo spam senza quartiere. Se usate più social network cercate di dare coerenza ai vari account in modo che siano facilmente associabili l'uno con l'altro, usando ad esempio la stessa foto di profilo (avatar). Verificate le statistiche del vostro blog, i post più seguiti e le parole chiave che vi hanno dato maggiore visibilità, sono molto utili per pianificare strategie sui contenuti da trattare, sugli strumenti multimediali da prediligere ecc. Klout: Volete un giudizio imparziale riguardo il grado di influenza che avete nei confronti della rete? non gongolate troppo se inizia a crescere il numero dei vostri follower e amici, affidatevi ad un algoritmo. Il più usato è quello di KloutGoogle: Ogni tanto date uno sguardo a cosa dice google di voi, potreste scoprire cose interessanti.  
 
- Immagine: Bertrand Medas Smart Spider
- Wikipedia: SEO
- Wikipedia: Perseo



0 commenti:

Posta un commento