Ricominci(amo)















Sento di nuovo la passione fluire dentro me. Per quello che faccio, per quello che sono, per quello che non faccio, per quello che non sono. Amo il mio essere designer nell'anima prima ancora che nei gesti, amo la mia curiosità, amo la mia propensione alla conoscenza, amo il mio desiderio di racconto e di condivisione. Odio la mia pigrizia, odio il mio essere troppo esigente con me stesso e con gli altri, odio la mia misantropia. Ho perso la Trebisonda, ho ritrovato la mia strada. Ricomincio da tutto questo, ricomincio da quello che sono.