Milano Design Week: (Nemo) propheta in patria














Milano design week, e la città per una settimana intera è caput mundi. Se non sei stato a Milano, la scorsa settimana, se sei rimasto fuori dai confini della città, oltre il limes designorum, non esisti, non conti nulla, non sai nulla, milano ergo sum. E il risultato di tutto questo è che ormai è troppo tardi... alea iacta est... il design è di moda, il design è moda. De gustibus non disputandum est, e forse è giusto così, designstar, nuovo divo contemporaneo. Cosa mi resta del Salone del mobile? La gente che si fa fotografare sopra una sedia di Fabio Novembre. Cosa mi resta del Fuorisalone? La contaminazione commerciale di un luogo che si era proclamato scrigno di creatività. Tertium non datur. Intanto noi, piccoli sconosciuti normodesigner, sognatori progettuali, demiurghi frustrati, vi idolatriamo passivi, recubans sub tegmine fagi. Recitiamo appartenenze con malcelata invidia, poi torniamo, oggi, come ogni lunedì, a lavorare, sgomitando in tutti quei luoghi lontani ove echeggiano ombre funeste e sinistre premonizioni. Hic sunt leones.

- Immagine: Poltrona Nemo, Fabio Novembre per Driade
- IoNoi: il blog di Fabio Novembre
- Salone del Mobile di Milano
- Fuorisalone Milano



0 commenti:

Posta un commento