MODA: Guerriere a Parigi


A sfilare da Balenciaga a Balmain erano sexy guerriere, sensuali conquistatrici che non hanno paura di nulla, vestite in in cuoio o con pantaloni e minigonne in lamé o argento o in maglia tricot dorata. Nicolas Ghesquiere, il direttore artistico di Balenciaga, ha lavorato molto il cuoio su giacche e pantaloni: "é la prima volta che ne facciamo così tanto uso", dice. In stivaletti, le sue donne sfilano in minigonne plissé o corti abitini che scendono dritti e si chiudono in grandi zip dorate. "E' una collezione molto grafica - spiega lo stilista - ero interessato a una silhouette molto strutturata e al contempo molto destrutturata che mescolasse la rigidità e la fluidità". Per la prima volta vengono usati anche i tessuti "ecologici". La donna Balmain è una soldatessa un po' rock'n'roll, femminile e determinata, in soprabito con spalline a frange o con paillettes, t-shirt in maglia dorate, minigonne strappate, larghe cinture di pelle, pantaloni e gonne lamé o argento. "E' una collezione molto militare", spiega lo stilista Christophe Decarnin. Ma c'é anche "un lato Tina Turner", aggiunge, e un po' di pezzi "tutti strappati, bucati", che danno agli abiti un aria vissuta, soprattutto grazie alla pelle tinta e al metallo. (Fonte: FashionMag.com)

0 commenti:

Posta un commento